Drone Revolution

L’ FAA ha proposto alcune norme per i droni commerciali

La Federal Aviation Administration – l’agenzia del Dipartimento dei Trasporti statunitense incaricata di regolare e sovrintendere a ogni aspetto riguardante l’aviazione civile – ha proposto una nuova serie di regolamentazioni per i droni commerciali.

E suona un po’ come “Amazon-Prime non potrà utilizzare i droni per le sue consegne in qualsiasi momento”.

Amazon Prime Air Drone

Le nuove regolamentazioni FAA  permetterebbero ai droni di volare solo durante il giorno, quando possono essere quindi visti da terra dai loro piloti. L’altitudine è limitata a 500 metri e non potranno raggiungere velocità superiori ai 100 mph.

Inoltre, i piloti dei droni dovranno avere almeno 17 anni, superare un test di “conoscenze aeronautiche” ed ottenere una licenza di guida. Gli operatori dei droni dovranno ripertere questo test di conoscenza ogni due anni.

“Abbiamo cercato di essere flessibili nello scrivere queste norme”

ha detto l’amministratore FAA Michael Huerta in un comunicato stampa .

“Vogliamo mantenere alto il livello attuale di sicurezza aerea senza gravare in maniera eccessiva su questo settore emergente.”

Le regole proposte dalla FAA stabiliscono anche che i droni volanti devono evitare aeromobili con equipaggio e sospendere il volo se dovesse diventare una minaccia per altri aerei. Naturalmente, questo significa anche stare lontano da aeroporti e gli spazi aerei limitrofi.

La proposta passerà a una conseguente fase di “Public comment” entro 60 giorni – Il Commento Pubblico è un processo dove viene considerata ogni parte sostanziale del lavoro svolto dalla FFA prima di essere considerato per l’approvazione, è un’opportunità per tutti i soggetti interessati per fornire input e feedback su tutti gli aspetti – anche se ci vorrà probabilmente molto più tempo prima che questa regolamentazione possa passare.

I Droni sono una tecnologia emergente, e quindi non hanno ancora alle spalle una regolamentazione, questi velivoli potranno essere comandati sia da personale civile che da funzionari governativi. Il presidente Barack Obama, proprio per questo, ha emesso un memorandum di pertinenza droni per le agenzie federali.

Il Memorandum di Obama memorandum è pensato per aiutare a reprimere i timori relativi alla privacy droni.

I Droni sono stati oggetto di molte discussioni incentrate su un aspetto molto importante, quello della privacy. Uno dei principali motivi: molti droni dotati di telecamere, permettendo al governo di impegnarsi in videosorveglianza forse senza precedenti. Sotto l’ordine di Obama, le informazioni di identificazione raccolte da droni saranno conservati per non più di 180 giorni.

“I droni sono una tecnologia potenzialmente rivoluzionaria in diversi campi come l’agricoltura, le forze dell’ordine, la sicurezza costiera, addestramento militare, ricerca e soccorso, il primo supporto medico responder, controllo delle infrastrutture critiche, e molti altri.”

ha detto la Casa Bianca in un comunicato .

” L’amministrazione è impegnata a promuovere l’uso responsabile di questa tecnologia, rafforzando la salvaguardia della vita privata e garantire la piena tutela delle libertà civili. “

In attesa di ulteriori sviluppi, al momento, né il memorandum di Obama né la proposta FAA può modificare le regole vigenti per questi modelli di  velivoli.

 

Avete qualcosa da aggiungere all’aricolo ? Condividi nei commenti.